sabato 1 aprile 2017

Manilo ancora Pesce d'aprile

Anche quest'anno solito primo di aprile, soliti amici simpatici che alle 7 di mattina del sabato , quando hai veramente voglia di dormire e ti dicono " hei Travaglini hai lasciato ma tua auto a casa mia ieri sera!... Un altro super simpatico mi ha scritto alle 6.30 su whatsApp... " hai visto il casino che è esuccesso??". Persino mia figlia mi dice : " guarda che hanno graffiato la scala di legno!" Ma nessuno pensa che oggi è sabato e magari ci si vuole riposare in santa pace senza colpi di scena. Andate tutti un po a fare un bel bagno senza stressare nessuno. E che non sono ancora entrato su Fb , immagino il casino oggi. L'anno prossimo giuro che spengo tutto e riparto da zero. Era meglio pensare alla primavera di Manilo travaglini

sabato 12 novembre 2016

Un altra poesia moto romantica del liceo galvani Spesso, per ritornare alla mia casa Prendo un’oscura via di città vecchia. Giallo in qualche pozzanghera si specchia Qualche fanale, e affollata la strada. Qui tra la gente che viene che va Dall’Osteria alla casa o al lupanare, dove son merci ed uomini il detrito di un gran porto di mare, io ritrovo, passando, l’infinito nell’ umiltà. Qui prostituta e marinaio, il vecchio Che bestemmia, la femmina che bega, il dragone che siede alla bottega del friggitore, la tumultuante giovane impazzita d’amore, sono tutte creature della vita e del dolore; s’agita in esse, come in me, il Signore. non sarà mai al pari degli irti colli del carducci , ma ha sempre un affinità degna di ogni rispetto Manilo Travaglini

venerdì 11 novembre 2016